Dalle auto d’epoca all’Arena di Verona

Visita al museo Nicolis e alle bellezze della città

0
327

Nel mese di ottobre la classe 1° A mecc. di Chiari si è recata a Verona al museo Nicolis, un museo che riunisce numerose collezioni di auto e moto d’epoca, biciclette, strumenti musicali e macchine fotografiche storiche.

Accompagnati dalla nostra guida abbiamo appreso i segreti delle meccaniche che hanno fatto la storia dell’automobile. Tra tutte ci hanno colpito soprattutto la Motrice Pia, un’auto creata da Enrico Bernardi con un motore a scoppio funzionante a benzina e la Benz, una carrozza con motore a scoppio prodotto nel 1886 che di fatto è stata la prima vettura a sostituire le carrozze trainate da cavalli.

Nel nostro viaggio nel passato dell’automobile particolarmente curioso è stato vedere la Ford T-Snow Machine del 1923, un’auto alla quale si potevano mettere gli sci quando per il veicolo era impossibile proseguire a causa della neve mentre più vicine a noi, ma altrettanto affascinanti, si sono dimostrate le auto sportive come la famosa DeLorean protagonista del film “Ritorno al futuro” o le intramontabili Ferrari.

La collezione del museo Nicolis ripercorre anche la storia della bicicletta, sia da uomo che da donna, iniziando dalle prime che avevano una ruota più grande e una più piccola (l’anteriore smisurata, la posteriore minuscola) per arrivare alla moderna versione con le marce. Molto interessante anche la sezione dedicata agli oggetti che hanno accompagnato le serate dei nostri nonni e dei nostri genitori come i jukebox e i grammofoni.

Terminata la visita al museo, non potevamo lasciare Verona senza vedere piazza Bra con la sua imponente Arena, che abbiamo potuto visitare anche all’interno, e recarci alla casa di Giulietta, splendido esempio dello stile gotico dove ci siamo lasciati trasportare dalla fantasia sotto il famoso balcone in pietra.

Afriyie Bright Osei e Kackini Alessio      1° A mecc  U.O. Chiari