Irene: “i suoi consigli, prof, quelli che mi hanno dato forza”

Da Brescia a Cambridge per far volare un sogno

0
430

Irene Messina dopo gli studi al Cfp Zanardelli di Brescia si è trasferita a Cambridge (Inghilterra) dove ha avuto un’esperienza che le ha cambiato la vita: è stata intervistata da una radio locale. La scintilla che, tra difficoltà di inserimento e “scoperte” sulla sua forza di volontà,  le ha talmente scatenato la passione per il giornalismo che anziché “scappare” per tornare in Italia si è addirittura iscritta all’università di Sua Maestà per coronare il suo sogno.

Qui indirizza un tenero ricordo alla sua insegnante al Cfp Zanardelli di Brescia, quella “lei” che le ha dato la forza di intraprendere una vita nuova. Ecco il testo in tegrale.

Cara Lei,

è passato più di un anno dall’ultima volta che i nostri sguardi si sono incrociati, che le nostre voci si sono ascoltate, ma in ogni mio passo lei è presente, perché se io per prima ho creduto in me stessa è stato perché lei in me ha sempre visto qualcosa in più ed ha fatto si che anche io scoprissi un lato di me stessa a me sconosciuto.

Oggi il cielo mi ha fatto un sorriso, mi ha dato l’opportunità di farmi ascoltare, di far emozionare ancora una volta le persone con il solo suono della mia voce.

È stato un caso, il destino forse, o forse solo l’ennesima conferma che essere qui in Inghilterra, ed ora, è la scelta migliore che potessi mai fare.

Non le nego che ci sono state volte nelle quali ho pensato di mollare e giorni in cui avevo solo voglia di urlare. Però poi mi guardavo allo specchio e vedevo una bellezza non solo in ambito estetico: mi vedevo particolarmente bella perchè ero felice e allora lì tutto tornava ad avere senso.


Cambridge mi ha salvato la vita, mi ha salvata da qualcosa che non mi è mai appartenuto e ad oggi sono consapevole che non è stato scappare, ma bensì iniziare a vivere.

Il 7 Luglio sono stata chiamata per registrare un’intervista che sarebbe andata in onda il 19 Luglio su una delle principali radio inglesi, CamFM in un canale basato sulla psicologia e la neurobiologia.

Premiazione a Palazzo Loggia degli elaborati presentati dagli studenti della Scuola secondaria di primo e secondo grado e degli Istituti professionali che hanno partecipato al Concorso bandito dai Maestri del Lavoro Bresciani. Brescia 22 ottobre 2019 Ph Christian Penocchio

Quest’intervista era incentrata su quanto la forza di volontà influisca sulle nostre menti e quanto il credere in se stessi valga più di quanto la gente possa pensare.

Dopo quest’immensa opportunità ho preso coraggio e ho deciso di iscrivermi all’università per studiare marketing a fini giornalistici.

Il 29 agosto ho dato l’esame d’ammissione e l’ho passato a pieni voti e dal 16 settembre ho iniziato ufficialmente il mio percorso universitario in Inghilterra. Frequenterò un corso di tre anni, mi laureerò e dopodiché condurrò un master incentrato sul giornalismo. In tutto ciò ho sempre avuto il sostegno da parte della mia famiglia che mi è stata accanto sia nei giorni di luce che in quelli totalmente bui, anche se ad oggi ho capito che la luce alla fine del tunnel non l’ho mai vista perché la vera luce ero io e lei andava a pari passo con me e avevo solamente bisogno di guardarmi dentro per vedere quanto stessi brillando senza accorgermene.

Durante l’evento ‘Mille Miglia’ mi ha consigliato di continuare il mio percorso a livello di studi, indipendentemente da quale ambito avessi scelto e mi ha fatto capire che la mia forza di volontà era talmente tanta che la realizzazione di tutti i miei sogni non sarebbe stata impossibile.

Ogni giorno un mio pensiero va a Lei, Spero vivamente di poter riascoltare la sua voce molto presto. Un abbraccio forte”.