Prima volta sugli sci. Ed è “lezione” di neve

I ragazzi del Cfp di Ponte di Legno, grazie alla scuola, fanno esperienza in Tonale delle prime discese

0
389

Una mattinata sulla neve con la scuola, appena rientrati dopo le lunghe vacanze natalizie. Ma non si è trattato di svago: era lezione!

Martedì 8 gennaio, infatti, i professori il del CFP Zanardelli in collaborazione con gli allievi del corso “maestri di sci” hanno organizzato sulle piste de Tonale l’attività prevista dal programma didattico dove ogni partecipante ha un proprio maestro, mentre a quelli che non sanno sciare sono state insegnate le basi di questo sport.

Abbiamo parlato con uno di questi principianti, Marta Berlen della Classe 1^ alberghiera.

Allora Marta, come è stata questa esperienza?

“Il mio maestro è stato capace di darmi qualche dritta su come potevo muovermi visto che non avevo mai sciato. Sono caduta solo una volta e mi sono fatta male al ginocchio perché mi sono buttata visto che non riuscivo a fermarmi con gli sci – ride con gusto -. Per la prima volta ho provato l’ebrezza del tapis roulant e poi dello skilift. Appena ho tolto gli sci mi tremavano un po’ le gambe ma non so come mai – ride ancora -“.

Vuoi dare qualche consiglio a chi è inesperto come te?

“Consiglio a chi non è ancora andato a sciare di farlo, ma sconsiglio le piste del Tonale perché per un principiante anche le più facili sembrano difficilissime, tanto che io stessa stavo per entrare dentro un locale per la troppa velocità!”.

Per chi vuole “provare” e poi non sa se continuerà a sciare, c’è la possibilità di noleggiare l’attrezzatura direttamente sul posto?

“il Consiglio migliore è acquistare una tuta compreso guanti e casco prima di andare a sciare perché non si possono noleggiare come invece io credevo. Solo gli sci e i bastoni si possono noleggiare. Ma vi assicuro: ci si diverte un sacco e la scuola fa bene a farci provare questo sport”.

Il parere emozionato di un altro studente:

“Anche per me l’8 gennaio è stata la prima volta sugli sci – ricorda uno dei partecipanti -, una giornata davvero particolare”.

Che maestri hai avuto?

“La prima giornata mi è capitata una ragazza di nome Carola, molto gentile e brava che mi ha messo subito a mio agio. Abbiamo sciato inizialmente su una pista di Ponte di Legno poi siamo andati in Tonale. La maestra mi è stata di molto aiuto poiché quando vedeva che ero in difficoltà cercava di sostenermi e aiutarmi. Mi guidava nei movimenti e mi ha insegnato le basi per potermi muovere sulle piste in autonomia. Il giorno dopo ho conosciuto un nuovo maestro di nome Ivan che mi ha lasciato molta più libertà e mi ha insegnato a scendere dalle piste con gli sci paralleli. Inoltre mi ha insegnato “la discesa a uovo” che è uno stile che ti fa aumentare la velocità di discesa”.

Addirittura? Allora ti sei proprio divertito?

“Mi sono divertito molto e ho imparato quasi subito visto che è uno sport facile. Consiglio di provare a sciare anche a quelli che non lo hanno ancora fatto per vari motivi: è uno sport semplice; si impara velocemente; è divertente e di gruppo; ho fatto nuove amicizie sulle piste; la probabilità di farti male è bassa per qui non dovresti aver paura”.

E la neve com’era?

“La neve non era un gran ché  visto che era artificiale, ma mi sono divertito lo stesso e non vedo l’ora di tornare a rimettere gli sci”.